Logo di Service Lombardini autofficina Firenze e centro revisione auto moto contatti
Cerca
Close this search box.

Consigli acquisto auto: nuova, usata, termico o elettrico?

Sommario

Quale auto comprare: i consigli per l'acquisto

Ecco alcuni consigli acquisto auto da tenere a mente durante la ricerca della vettura perfetta per le tue esigenze. Infatti, acquistare un’auto può essere una decisione complessa da prendere, in particolar modo in questo periodo di transizione ecologica che ha introdotto anche i veicoli elettrici.
Prima di tutto, bisogna capire quale auto fa al caso tuo e quali caratteristiche deve avere. Considera la tua famiglia, la tua situazione finanziaria e il tuo stile di guida. Quindi, informati sui vari modelli disponibili sul mercato. Verifica i prezzi e confrontali con ciò che offrono altri rivenditori o concessionarie. Non dimenticare di verificare anche i bonus statali o le agevolazioni offerte dal costruttore della vettura. Richiedi anche un test drive prima di concludere l’acquisto, in modo da poter sentire sulla tua pelle come si guida quella specifica auto e da assicurarti che sia adatta a te. Infine, ricorda di fare attenzione all’assicurazione! Valuta attentamente le coperture proposte prima di decidere quale scegliere.

Una piccola guida all’acquisto auto composta da pochi e semplici step per trovare l’auto perfetta per te!

Dopo questa premessa, andiamo a vedere nel dettaglio ognuno di questi consigli acquisto auto che possono esserti utili in questa scelta difficile.

macchina parcheggiate in attesa di essere vendute

Valutare le proprie esigenze

Ecco il primo dei consigli acquisto auto. Prima di acquistare un’auto, è importante valutare attentamente le proprie esigenze. Considera fattori come il numero di passeggeri che dovranno viaggiare, la quantità di spazio o bagagliaio di cui hai bisogno, la tua posizione geografica e le strade che percorrerai.
Se hai un budget limitato, fai attenzione a non comprare una macchina con caratteristiche superiori a quello che ti serve o che sia troppo costosa in termini di assicurazione e manutenzione.
Se hai bisogno di prestazioni elevate, pensa a quale motore è più adatto alle tue esigenze. Preso in considerazione tutto ciò, dovresti avere un’idea più chiara della tipologia di auto che fa al caso tuo prima di andare alla ricerca del modello giusto.

Dimensioni e caratteristiche contano

Quando si tratta di acquistare un’auto, le dimensioni e le caratteristiche che offre sono molto importanti. Le dimensioni influenzano la capacità di trasportare persone e bagagli, nonché l’efficienza del carburante. Le caratteristiche possono includere l’efficienza del motore, il comfort dei sedili, il sistema audio, nonché altri elementi come i parcheggiatori automatici o la connettività Bluetooth. Quando scegli una nuova auto, considera attentamente le dimensioni e le caratteristiche che offre per assicurarti di trovare la soluzione migliore per te.

I chilometri pesano nella scelta

Questo è sicuramente uno dei consigli acquisto auto più importanti da considerare. Quando si tratta di scegliere un’auto, la cosa più importante da considerare è il chilometraggio. Non mi riferisco a quello che prevedi di percorrere in un anno, ma a quello che l’auto ha già percorso. Quindi stiamo parlando di un acquisto di un’auto usata. Un’auto con meno chilometri è più probabile che sia in buone condizioni e abbia meno problemi meccanici.
Ad esempio, un’auto con meno di 50.000 km è considerata una buona scelta poiché ha ancora molta vita davanti a sé. Invece, se l’auto avesse più di 100.000 km all’attivo, dovrebbe essere esaminata attentamente prima dell’acquisto per assicurarsi che non presenti problemi meccanici o altre questioni che possano aumentare il costo della manutenzione.

Inoltre, una volta acquistata un’auto con più di 100.000 km, è importante assicurarsi di seguire le linee guida del produttore per la manutenzione programmata.

Questo, per evitare problemi futuri e mantenere la propria auto in buone condizioni.
Quando si tratta di acquistare un’auto usata, i chilometri già percorsi percorsi sono un fattore critico nella decisione finale. Assicurati di prenderti tutto il tempo necessario per valutare attentamente il conteggio dei chilometri prima di effettuare l’acquisto e assicurati che l’auto sia funzionale e senza problemi meccanici.
Più avanti ti spiegherò come verificare i km reali della tua auto usata.

Attenzione ai costi di gestione

Diversamente dal consiglio acquisto auto precedente, quando si tratta di acquistare una auto nuova ovviamente i km percorsi non sono un fattore considerabile. Invece, è importante considerare tutti i costi di gestione che potrebbero verificarsi.
Per evitare brutte sorprese, assicurati di essere consapevole fin dall’inizio dei costi per le riparazioni e per la manutenzione ordinaria e straordinaria. Considera anche le spese per assicurazioni e qualsiasi altra spesa potenzialmente associata alla tua futura auto.

Banalmente, anche le caratteristiche degli pneumatici possono diventare una spesa rilevante.

Gli pneumatici sportivi hanno un costo elevato e una usura precoce dovuta alla morbida mescola ad alte prestazioni. Quindi, se si prevede di percorrere più chilometri rispetto alla media, si dovranno sostenere costi più elevati per il cambio gomme più frequente. Inoltre, spesso gli pneumatici sportivi comportano anche la non catenabilità dell’auto e quindi all’obbligo di effettuare il cambio gomme invernali.
Considera anche se c’è un’opzione di garanzia sulla tua auto che potrebbe aiutarti a ridurre alcune delle spese future. Se possibile, confronta i prezzi offerti da vari fornitori per assicurarti il miglior affare possibile e risparmiare denaro.

Coppia che riceve consigli acquisto auto in concessionaria

Evitare gli accessori superflui

Andiamo avanti con i consigli per acquisto auto. Quando si tratta di acquistare un’auto nuova, c’è una regola d’oro da seguire: “evitare gli accessori superflui”. Questo perché spesso gli accessori non sono necessari e possono portare a un costo di acquisto più elevato che non recupererai mai in futuro.

Infatti, alcuni optional non aumentano affatto il valore dell’auto usata e addirittura a volte possono perfino farlo diminuire.

Inoltre, alcuni accessori potrebbero perfino ridurre la durata della tua auto o causare problemi di manutenzione. Quindi, prima di decidere su qualsiasi optional aggiuntivo, pensa se è veramente necessario o se puoi risparmiare qualche soldo evitandolo.
In caso di dubbio, sempre meglio astenersi!

Non sottovalutare il valore futuro

Sotto il profilo economico, questo è decisamente uno dei consigli acquisto auto più importanti. Infatti, non è importante considerare solo il prezzo di acquisto, ma anche il valore futuro della vettura. Se ad esempio, si prevede di tenere l’auto per più di un anno, è bene prestare attenzione a quello che sarà il suo valore futuro. Pertanto, va considerata la possibilità di prendere una macchina che abbia un buon valore residuo nel momento in cui si deciderà di rivenderla.
A questo proposito, alcuni fattori da considerare sono ad esempio, il marchio, il tipo di motore, la qualità costruttiva, il modello e perfino l’allestimento.

Inoltre, è importante essere consapevoli delle spese aggiuntive che possono derivare dal mantenimento dell’auto come assicurazione, tasse e riparazioni.

Infatti, le auto che hanno un valore futuro maggiore tendono ad essere più costose in termini di manutenzione e riparazioni. Valutando tutti questi fattori prima dell’acquisto, si può evitare una grande perdita finanziaria nel lungo periodo.

Documentarsi da fonti indipendenti

Ecco un altro dei consigli acquisto auto molto utile. Per effettuare un acquisto di auto sicuro e consapevole è importante documentarsi da fonti indipendenti prima di prendere una decisione. La ricerca deve comprendere test di veicoli, opinioni di esperti e anche recensioni degli utenti.
Esistono diversi siti web che offrono informazioni su automobili. Il consiglio è di non limitarsi a una sola fonte, ma di consultare più fonti affidabili prima di decidere. Ad esempio, si può leggere le recensioni degli utenti su siti come Quattroruote o AutoExpress oppure leggere le opinioni degli esperti su riviste specializzate come Autocar.

Un altro modo efficace per documentarsi è quello di partecipare a forum online dedicati all’auto.

In questo modo potrai scambiare informazioni con persone che hanno già acquistato la stessa auto che stai prendendo in considerazione. Questo ti aiuterà a comprendere meglio le caratteristiche tecniche del veicolo e le possibili problematiche da tenere presente.
Inoltre, cercare in rete i test effettuati da organizzazioni indipendenti come EuroNCAP o ADAC, può avere un impatto significativo sul processo decisionale. Queste istituzioni effettuano test approfonditi sulle auto per determinarne ad esempio, la sicurezza, l’efficienza del carburante, le prestazioni e altro ancora.

Stabilire il budget

Stabilire il budget per l’acquisto di un’auto è uno dei consigli acquisto auto fondamentali. Come abbiamo già visto, prima di acquistare un’auto bisogna considerare l’uso, la durata, ma anche finanziamenti e stile desiderato.
Quindi, la prima cosa da fare è determinare per quanto tempo si vuole tenere l’auto. Se si prevede di tenerla solo per pochi anni, è meglio optare per un modello più economico. Se si desidera possederla per molti anni, invece, è bene considerare un modello più recente o di fascia alta con tecnologie all’avanguardia che assicuri una maggiore durata nel tempo.

In secondo luogo, è importante considerare le proprie esigenze finanziarie ed eventualmente procedere all’acquisto con un finanziamento.

Si dovrebbe prendere in considerazione anche lo stile desiderato e selezionare il modello che soddisfi al meglio le proprie preferenze.
Infine, una volta stabiliti questi fattori si procede a definire un budget cioè un limite massimo per i costi e non superarlo.

consigli acquisto auto: stabilire un budget

Contrattare l'offerta

Di seguito al consiglio acquisto auto precedente eccone un altro inerente. Quando abbiamo trovato l’auto che ci piace e che rientra nel budget che abbiamo stabilito, non dobbiamo farci prendere dalla fretta e accettare subito il prezzo richiesto. Infatti, possiamo ancora contrattare l’offerta e per fare questo ci sono alcuni fattori da considerare.
Se si tratta di un’auto usata, teniamo in considerazione la sua età, le condizioni generali e la presenza di tagliandi certificati o la prova concreta che dimostra l’effettiva percorrenza dell’auto. Considera che il libretto dei tagliandi non è sempre una prova sicura al 100%.
Più avanti, nel capitolo sui “consigli acquisto auto usata” vedremo come verificare il chilometraggio effettivo di un’auto.
Invece, se si tratta di un’auto nuova è importante considerare l’imminente uscita del modello nuovo o di un restyling.
In tutti i casi, si dovrebbe anche considerare la garanzia offerta dal venditore in aggiunta a quella prevista dalla legge.

Permuta auto

Permutare la tua auto è un altro dei buoni consigli acquisto auto che posso darti. Infatti, può essere un’ottima opzione per risparmiare denaro e applicabile non soltanto all’acquisto di un nuovo veicolo, ma anche a quello di un’auto usata. Prima di optare per la permuta, però, è importante prendersi il tempo necessario per valutare tutti gli aspetti della transazione.

La prima cosa da fare è sicuramente quella di cercare di conoscere il valore della tua auto da permutare.

Per fare questo, analizza accuratamente lo stato generale del veicolo e controlla eventuali problemi meccanici o danni estetici, entrambi possono influire sul valore della permuta.
Per avere un’idea di quanto vale la tua vecchia auto puoi anche avvalerti di una valutazione online su alcuni siti come Noicompriamoauto.it. In alternativa puoi procedere ad una comparazione con veicoli simili al tuo e con uguali caratteristiche, prendendo in esame siti che vendono auto usate come ad esempio, Autoscout.
Una volta che hai capito più o meno quanto vale la tua auto, dobbiamo fare una diversa considerazione nel caso in cui tu voglia acquistare un’auto usata oppure una nuova. Infatti, se stai acquistando un’auto nuova, quindi vendibile da diversi concessionari, allora puoi confrontare le diverse proposte dei rivenditori in modo da trovare la migliore offerta possibile.

Quindi, considera il miglior rapporto ovvero la minor differenza tra la valutazione dell’usato e il prezzo di acquisto del nuovo.

Se un’auto che vale 10.000 € ti viene proposta a 8.000 € con una valutazione di 2.000 € della tua vecchia auto, dovrai pagare una differenza di 6.000 €. Se la stessa auto ti viene proposta a 9.000 € con una valutazione di 4.000 € della tua vecchia, dovrai pagare una differenza di 5.000 €. Nel secondo caso l’auto nuova è più cara, ma la differenza è minore.
Nel caso invece stia acquistando un’auto usata, quindi un modello unico che troverai soltanto da uno specifico venditore, allora potrai solo considerare se la valutazione della tua auto sia in linea con il suo valore. Se così non fosse, infatti, l’unica alternativa è quella di procedere alla vendita della tua auto in autonomia.
Seguendo queste semplici linee guida puoi usufruire al meglio dell’opzione di permuta e risparmiare sul prezzo finale del tuo nuovo veicolo.

I consumi

Anche sotto questo aspetto ci sono alcuni consigli acquisto auto che posso darti. Per scegliere la migliore auto in termini di consumi è importante prendere in considerazione una serie di fattori. Innanzitutto, è necessario considerare il tipo di motore presente sulla vettura o meglio il tipo di alimentazione.
I motori a benzina generalmente offrono prestazioni elevate, di contro hanno anche consumi più elevati di carburante rispetto alle alternative diesel. Oggi, però, alcuni motori moderni a benzina possono essere equipaggiati con tecnologie che consentono loro di ottenere un’efficienza maggiore come, ad esempio, i motori ibridi. Vedremo questo aspetto nei paragrafi successivi.

Un altro fattore da considerare sono le dimensioni della vettura.

Più grande è l’auto, più carburante utilizzerà. Infine, è importante controllare le recensioni degli esperti sul modello scelto, poiché queste possono fornire una panoramica accurata delle sue prestazioni in termini di consumo. Infatti, spesso i consumi indicati dal costruttore differiscono di molto da quelli effettivamente riscontrati nell’utilizzo reale dell’auto. Questo è dovuto principalmente alle modalità di test effettuati dalle case per misurare i consumi che sono ben differenti da come si utilizza l’auto nel quotidiano.
Selezionare la vettura giusta per le proprie esigenze significa risparmiare un bel po’ di denaro.

Privato o concessionario?

Quando si tratta di decidere se acquistare un’auto presso un concessionario o da un privato, ci sono alcune considerazioni da fare. Infatti, in questo caso è difficile dare dei consigli acquisto auto perché entrambe le opzioni hanno dei pro e dei contro che vanno valutati in base alle proprie esigenze. Ovviamente, mi sto riferendo alla possibilità di acquistare un’auto usata da un concessionario o da un privato. E’ chiaro che l’auto nuova può essere comprata solo da un concessionario diretto.

Nel primo caso ovvero acquistare un’auto usata presso un concessionario comporta la tutela di alcuni diritti e garanzie.

Ad esempio, la possibilità di restituire l’auto entro 14 giorni se non soddisfatti e l’esistenza di un servizio di assistenza post-vendita. E’ vero che i prezzi delle auto in concessionaria sono generalmente più alti rispetto ai privati, ma consideriamo anche che le auto vengono revisionate ed eventualmente riparate prima della vendita. Inoltre, il concessionario o anche il rivenditore, è obbligato per legge ad offrire una garanzia di 2 anni sull’auto.

Nel secondo caso, ovvero acquistare direttamente da un privato può essere più conveniente.

Infatti, spesso è possibile ottenere buoni affari su auto usate in buone condizioni. Inoltre, si può trattare direttamente con il precedente proprietario per sapere esattamente come è stata usata l’auto. Si può anche ottenere qualche altra informazione che non verrebbe fornita in nessun altro modo. Tuttavia, si dovrebbero conoscere bene i propri diritti prima di procedere con l’acquisto da un privato, poiché in tal caso non c’è alcuna garanzia e nessuna protezione legale.
In conclusione, acquistare un’auto presso un concessionario o da un privato dipende dal tipo di auto che volete comprare e da quello che vi aspettate dall’acquisto. Se siete alla ricerca di prezzi competitivi e non avete bisogno delle ultime innovazioni tecnologiche, potreste prendere in considerazione l’acquisto da un privato. Al contrario, se siete alla ricerca di maggiore sicurezza sul prodotto e assistenza post-vendita, allora è meglio acquistare presso un concessionario.

Prova il veicolo

Uno dei migliori consigli acquisto auto che posso darti è quello di eseguire un test drive. In caso di acquisto del nuovo, guidare l’auto prima di comprarla ti permette di sentire come si comporta su diverse superfici stradali ed esaminare la sua reattività a diversi input. Sostanzialmente, ti permette di capire se tra te e l’auto c’è feeling.

In caso di acquisto dell’usato, oltre a quanto sopra detto, offre anche la possibilità di accertarsi sulle sue condizioni meccaniche e sulla sua efficienza.

Potremmo infatti valutare gli organi di sterzo, l’efficienza freni e capire se l’auto abbia necessità di imminenti interventi di manutenzione. In questo caso, gli eventuali costi potrebbero essere oggetto di trattativa per rivedere il prezzo di vendita.

Infine, potremmo notare eventuali difetti o inefficienze dei servizi di bordo come, ad esempio, l’efficacia del climatizzatore o l’aggiornamento del navigatore, ecc.

Fai domande, domande e ancora domande

Fra i buoni consigli acquisto auto rientra anche quello di fare molte domande. Chiedi al venditore informazioni sulla marca, modello, storia dell’auto e chiedi di vedere le certificazioni e i rapporti di controllo. Assicurati che l’auto abbia passato tutti i controlli di sicurezza e che sia in buone condizioni. Fai domande sulla manutenzione ordinaria e straordinaria effettuata e se ci sono documenti che attestano e dimostrano il lavoro eseguito. Inoltre, informati su eventuali garanzie o assicurazioni offerte con l’acquisto dell’auto.

Fai domande anche a te stesso.

Chiediti se l’auto ha le caratteristiche che stai cercando? Se soddisfa le tue esigenze? Se rientra nel tuo budget? Segui queste linee guida per fare le domande giuste e trovare l’auto perfetta per te!

Alimentazione: quale preferisci?

Veniamo ai consigli acquisto auto per quanto riguarda la tipologia di alimentazione del veicolo. In questo caso, la scelta dell’auto dipende dalle tue preferenze personali. Se sei alla ricerca di un’auto che sia a basso costo di gestione e che offra buone prestazioni allora un motore a benzina o anche un motore ibrido è probabilmente la tua migliore opzione.
Se invece stai cercando un’auto che sia più ecologica e rispettosa dell’ambiente allora un veicolo elettrico o anche un moderno motore diesel euro 6 potrebbe essere la scelta più adatta.
In ogni caso, prima di prendere una decisione sul tipo di alimentazione è importante valutare tutti i fattori come consumo di carburante, costi di manutenzione ed emissioni inquinanti.
Vediamo nel dettaglio tutte le opzioni.

L’auto elettrica fa per te?

Questo è uno dei consigli acquisto auto sui quali dovresti prestare particolare attenzione. Infatti, la transizione ecologica dovuta alla situazione climatica del pianeta ci sta portando verso l’estinzione del motore termico a combustibile fossile. Entro il 2035 è previsto lo stop alle vendite di auto con motore termico, diesel, gas o benzina che sia. Tuttavia, sono allo studio combustibili sintetici ecologici per convertire gli attuali motori termici e diminuire le emissioni, senza tralasciare i veicoli ibridi.

Quindi, quando si tratta di scegliere un’auto 100% elettrica, ci sono diversi fattori da considerare.

Il primo è la gamma di modelli disponibili. Prima di prendere una decisione, è importante valutare le diverse caratteristiche del veicolo come la potenza, l’autonomia della batteria e le funzionalità offerte. Una volta identificato il modello corretto, dovresti anche esaminare attentamente i prezzi e i finanziamenti disponibili per l’acquisto e i vari servizi offerti dai diversi produttori. Considera anche eventuali incentivi statali disponibili per l’acquisto di veicoli elettrici. Infatti, il prezzo di un veicolo elettrico è di gran lunga superiore rispetto all’omologa versione a motore termico.
Inoltre, è importante considerare il costo di mantenimento dell’auto elettrica nel tempo oltre ai costi di ricarica e di gestione.

Ricaricare l'auto elettrica a casa: costi e adempimenti da sostenere

Le possibilità per ricaricare l’auto elettrica sono due: tramite l’impianto elettrico di casa o tramite le apposite colonnine pubbliche. In entrambi i casi la ricarica ha un costo che vedremo successivamente.

Per ricaricare l’auto a casa ci sono adempimenti e costi da sostenere.

Innanzitutto, tieni conto della effettiva possibilità di poter portare il cavo elettrico fino all’auto. Se disponi di un posto auto nel tuo giardino non ci dovrebbero essere grossi problemi. Se però vivi in un condominio o non hai un posto auto nel tuo resede, la cosa potrebbe essere più complicata.
Ovviamente, non puoi calare dalla finestra o dal balcone il cavo elettrico e lasciarlo sospeso in aria. Non puoi nemmeno lasciarlo in terra sul marciapiede.

Il cavo per ricaricare l’auto deve avere determinate caratteristiche.

Infatti, non stiamo parlando di una semplice prolunga elettrica e molto spesso si tratta invece di un cavo Tipo 2. Questo tipo di cavo può essere fornito di serie con l’auto, ma se così non fosse dovremmo acquistarlo.
Il costo di un cavo Tipo 2 monofase 32A può oscillare dai 200€ ai 400€ a seconda della lunghezza e della potenza.

Collegare la stazione di ricarica all’impianto elettrico.

Il cavo Tipo 2 non è l’unico cavo di cui avremo bisogno. Infatti, l’auto dovrà essere collegata alla colonnina, ma la colonnina dovrà essere collegata al quadro elettrico della casa. Più è distante il quadro elettrico, maggiore sarà il costo del cavo.
Se dovesse esserci la necessità di interrare il cavo di collegamento al quadro elettrico, allora dovremo prevedere anche il costo di eventuali lavori aggiunti. Ad esempio, il lavori di scavo, rifacimento della pavimentazione come anche la creazione di un massetto di cemento dove fissare la colonnina.
Normalmente, per una casa indipendente i costo per l’installazione di una stazione di ricarica varia dalle 1.600€ alle 2.200€. Nel caso di un condominio questi valori potrebbero essere superiori.

Messa a norma dell’impianto elettrico e aumento della potenza del contatore.

A tutti i costi sopra elencati, mancano all’appello quelli per la messa a norma dell’impianto e per l’aumento della potenza.
Nel primo caso, per poter ricaricare un’auto elettrica un impianto dovrebbe rispettare la normativa CEI 64-8. Esiste comunque la possibilità che il vostro impianto elettrico rispetti già questa normativa. Se non ne siete sicuri chiedete al vostro elettricista.
Nel secondo caso, dovrete valutare i costi presso il fornitore di energia elettrica con il quale avete sottoscritto il contratto. Nella maggioranza dei casi un contatore domestico arriva a 3KW e questi potrebbero non bastare per erogare sufficiente elettricità per caricare l’auto e per tutti i servizi domestici.

Ricarica l'auto alle colonnine pubbliche: attenzione ai costi extra

Nel caso di ricarica presso colonnine su strada le cose sono più semplici, ma il costo di ricarica sarà superiore fino anche a 4 volte. Lo vedremo nel paragrafo successivo.
Però, oltre al maggior costo di ricarica potreste trovarvi addebitati dei costi extra. Ad esempio, se si lascia il veicolo in sosta nell’area della colonnina oltre l’avvenuta ricarica della batteria, ci verrà addebitato un costo extra.

Inoltre, dobbiamo considerare come impiegare il tempo di attesa per la ricarica. Infatti, nella migliore delle ipotesi la ricarica completa della batteria impiegherà almeno un paio d’ore che non sempre vorremmo e potremmo attendere in auto o sul marciapiede.
Spesso, infatti, le colonnine vengon installate vicino a cinema, ristoranti, centri commerciali, ecc. dove saremo invogliati a spendere qualcosa.

Smart in ricarica ad una colonnina elettrica

Quanto costa la ricarica?

Il costo di ricarica dipende da dove viene effettuata. Se si ricarica dall’impianto elettrico di casa, il prezzo si aggira intorno a 0,20 €/KWh. Se invece si ricarica da una colonnina pubblica allora il prezzo può variare ed arrivare anche fino a 0,80 €/KWh. Il costo totale di un “pieno” dipende dalle dimensioni della batteria.
Infine, se anche il costo per un “pieno elettrico fosse inferiore rispetto ad un “pieno di carburante”, devi comunque tenere in considerazione il maggior prezzo di acquisto di un’auto elettrica. Per ammortizzare il costo iniziale si deve prevedere di tenere molto a lungo il veicolo e di percorrere parecchi km all’anno. Cosa molto difficile considerando la poca autonomia dei veicoli elettrici e la velocità di obsolescenza della tecnologia.

Tempi di ricarica della batteria

I tempi di ricarica possono dipendere da due fattori. Il primo è la tipologia di batteria installata sul veicolo e il secondo è la tipologia di colonnina di ricarica.
L’impianto elettrico di casa non può offrire tempi di ricarica accettabili, che mediamente vanno dalle 6 alle 8 ore, e con molta probabilità sarà necessaria tutta la nottata per caricare la batteria.
Anche per le colonnine a ricarica veloce dobbiamo comunque considera alcune ore per caricare la batteria al 100%.
Ad ogni modo, si tratta di una tecnologia ancora giovane e che sicuramente migliorerà nel tempo. Per questo motivo potresti acquistare un’auto oggi la cui tecnologia potrebbe diventare obsoleta velocemente. Di conseguenza potresti vedere ridurre il valore residuo della tua vettura entro pochissimi anni o perfino vederlo azzerare.

Tempi di attesa biblici per ricaricare l'auto elettrica

L’autonomia di percorrenza è un altro fattore da considerare

Anche l’autonomia di percorrenza del veicolo elettrico deve essere valutata attentamente. Infatti, allo stato attuale i veicoli elettrici offrono una autonomia di gran lunga inferiore rispetto a quella di un veicolo a motore termico. Esistono alcuni modelli che dichiarano sulla carta percorrenze maggiori, ma si è obbligati a prendere quello specifico modello senza alcuna possibilità di scelta.
Quindi, se si percorrono distanze relativamente brevi e si rimane nei paraggi, come ad esempio il tragitto casa-lavoro, allora l’elettrico potrebbe essere un’alternativa. Si può caricare l’auto una volta arrivati in ufficio e si può fare lo stesso tornati a casa.
Se si percorrono però lunghi viaggi, allora dobbiamo considerare delle lunghe soste per ricaricare le batterie pianificando dove trovare le colonnine lungo il tragitto.

L’elettrico è davvero “green”?

Se la scelta di un veicolo elettrico dipende da un’attenzione verso l’ambiente allora dobbiamo tenere conto di una considerazione. Attualmente, in Italia soltanto circa il 30% della produzione elettrica proviene da fonti sostenibili mentre il restante 70% è prodotto con l’utilizzo di combustibili fossili (fonte ENEL). L’auspicio è che in un futuro, purtroppo non vicino, questa proporzione venga capovolta fino ad azzerare la componente fossile.
A questo proposito potrebbe interessarti leggere l’articolo sui carburanti sintetici.

Quale auto ibrida conviene comprare?

Scegliere una vettura con motore ibrido potrebbe essere un buon consiglio acquisto auto. Quando si tratta di scegliere un’auto ibrida è importante considerare i vantaggi che offre rispetto alle opzioni tradizionali.

Innanzitutto, cosa significa ibrido? Significa che il motore termico a combustione è supportato da un altro piccolo motore elettrico. La funzione del motore elettrico è quella di alleggerire il lavoro del motore termico. In questo modo si riesce a ridurre il consumo di carburante a volte anche fino al 30%.

Un’altra delle ragioni per cui le persone optano per un’auto ibrida è la riduzione delle emissioni inquinanti. Consumando meno carburante si riducono di conseguenza anche le emissioni.

Uno degli svantaggi, invece, potrebbe essere il fatto che molto spesso il motorino elettrico viene alloggiato nel vano della ruota di scorta che verrebbe sostituita da un kit per forature di emergenza.

consigli acquisto auto usata

Consigli acquisto auto usata: la regola principe

Acquistare un’auto usata è sempre una sfida, ma seguendo alcuni consigli acquisto auto fondamentali è possibile ottenere un veicolo affidabile che soddisfi le proprie esigenze. La regola principe per acquistare un’auto usata in modo sicuro è assicurarsi di conoscere la storia del veicolo.
Non è un obiettivo facile da raggiungere, ma il mio consiglio è quello di chiedere al venditore eventuali documenti attestanti la manutenzione e i lavori effettuati sull’auto. Se questo non fosse possibile, ad esempio per mancanza del libretto di manutenzione, sarebbe meglio farti aiutare da un esperto a ispezionare l’auto prima di procedere con l’acquisto. Ad esempio, Un meccanico professionista può anche aiutarti a capire meglio come funziona la tecnologia moderna e quali sono i problemi più comuni da guardare quando si acquista un veicolo usato.
Inoltre, come consigliato in precedenza, sarebbe utile effettuare alcuni test di guida, come accelerazioni e frenate, per verificare che tutto funzioni correttamente.

Come verificare i km effettivi dell’auto

Conoscere la storia del veicolo che vogliamo acquistare è utile anche per conoscere i km che ha effettivamente percorso. Se non è presente un documento che certifichi i km percorsi, ad esempio una fattura o una ricevuta, possiamo farcene un’idea da un primo sguardo generale dell’auto. Non solo della carrozzeria, ma anche dallo stato di usura del volante, del pomello del cambio e dei pedali del freno e della frizione. Se sono molto consumati, allora il veicolo avrà percorso davvero molti km.
Un altro metodo è quello di verificare l’ultima revisione inserendo la targa del veicolo sul sito del portale dell’automobilista. Il sistema ci dirà quando è stata effettuata l’ultima revisione e quanti km aveva il veicolo.
Se neanche così si riesce a risalire ai km effettivi allora valutate se fidarvi delle dichiarazioni del venditore. Se si rifiuta di produrre documentazione o rimane evasivo nelle risposte, si dovrebbe valutare attentamente se procedere con l’acquisto.

Garanzia sull'acquisto di un'auto usata

Quando si tratta di acquistare un’auto usata, è essenziale assicurarsi di avere una buona copertura di garanzia. La garanzia può fornire una copertura contro i guasti meccanici e altri problemi che non sono stati rilevati al momento dell’acquisto durante l’ispezione del veicolo.
Nel caso di acquisto da un rivenditore o da un concessionario, la legge prevede una garanzia di 2 anni coperta dal venditore. Tuttavia, prima di acquistare un’auto usata, ti consiglio di chiedere al venditore qual è la politica sulla garanzia. Se possibile, cerca di capire quali sono le coperture incluse e quali sono escluse. Chiedi anche se fosse possibile acquistare una garanzia aggiuntiva per coprire altri eventuali danni al veicolo. Inoltre, è importante leggere tutti i documenti relativi alla garanzia prima dell’acquisto in modo da conoscere i termini e le condizioni in dettaglio.
Considera che la garanzia di 2 anni prevista dalla legge non è applicabile in caso di vendita tra privati.

consigli acquisto auto e su come firmare un contratto

Conclusioni

Abbiamo compreso quanto la scelta dell’auto giusta può essere complicata. Ricapitolando, ecco in sintesi i migliori consigli acquisto auto che ti aiuteranno ad acquistare la vettura migliore per te:

  1. Fai una lista dei tuoi requisiti: prima di tutto, prenditi qualche minuto per pensare alle tue necessità in termini di dimensioni, stile, budget e caratteristiche tecniche;
  2. Fai ricerche online: dopo aver stabilito i tuoi criteri, fai delle ricerche su vari modelli di auto che soddisfano i tuoi requisiti. In questo modo potrai confrontare le caratteristiche e i prezzi delle diverse opzioni;
  3. Controlla le recensioni degli utenti: leggendo le opinioni degli altri proprietari potrai capire meglio quale auto si adatta meglio alle tue esigenze e scoprire eventuali problemi comuni o manutenzioni necessarie che non hai considerato in precedenza;
  4. Prenditi il tuo tempo per testare l’auto: non affrettarti a comprare l’auto dopo un solo giro di prova. Prenditi il tempo necessario per verificare la manovrabilità, lo spazio interno e altre caratteristiche importanti prima di prendere una decisione definitiva;
  5. Parla con un professionista dell’industria automobilistica prima di firmare qualsiasi contratto di acquisto o finanziamento. Un consulente può rispondere a tutte le tue domande ed essere in grado di darti consigli su come risparmiare tempo ed energia durante il processo d’acquisto della vettura desiderata.

Se segui queste semplici indicazioni, troverai facilmente l’auto più adatta alle tue esigenze e al tuo budget senza dovertene pentire in seguito!

Per qualsiasi domanda o ulteriori consigli acquisto auto, lascia un commento oppure contattaci.

Picture of Andrea Lombardini

Andrea Lombardini

Titolare e responsabile officina Service Lombardini

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Chi siamo

Da più di 70 anni ripariamo auto e ci occupiamo della tua sicurezza e tranquillità
Il nostro impegno quotidiano è far sì che la tua auto esca dalla nostra officina migliore di quando è uscita dalla fabbrica.

Ultimo articolo

Bisogno di aiuto?

Contattaci per qualsiasi informazione o qualsiasi domanda, saremo felici di risponderti.