Logo di Service Lombardini autofficina Firenze e centro revisione auto moto contatti

Antigelo auto: tutto quello che devi sapere

Sommario

A cosa serve l’antigelo auto?

In termini generali, per antigelo auto si intende uno specifico liquido che, usato da solo o mescolato ad altri liquidi, preserva il danneggiamento di alcune parti dell’auto. Ad esempio, può essere usato nella vaschetta del liquido del tergicristallo per evitare il congelamento dell’acqua. Oppure può essere utilizzato nel radiatore dell’auto mantenendolo efficace e funzionante anche a temperature estremamente basse.
Può essere usato perfino nei carburanti. In questo caso si tratta di un additivo antigelo da immettere nel serbatoio prima di fare il pieno.
Tutto questo ci fa capire che esistono diversi tipi di liquido antigelo.

La prima conseguenza del non utilizzo dell’antigelo auto è il congelamento dei liquidi presenti in una auto.

Non soltanto quelli composti principalmente da acqua, come il liquido tergicristalli, ma anche quelli più “viscosi” e perfino il carburante in particolar modo quello diesel. In questo però si parta di un antigelo specifico per carburanti.
Come ci insegnano le leggi della fisica, quando l’acqua congela modifica la sua struttura chimica e aumenta di volume. Il processo di “ingrandimento” del proprio volume determina un aumento della pressione all’interno del contenitore in cui l’acqua è racchiusa. Ovvero, l’acqua aumentando il suo volume comincia a premere sulle pareti dell’involucro che la contiene determinandone perfino la rottura. Pensate ad esempio, ai tubi presenti nell’auto dove passa l’acqua.
Inoltre, una volta congelata l’acqua non è più capace di scorrere rendendo inefficace la funzione per cui viene utilizzata.

Molti liquidi presenti su un’auto sono comunque composti da una parte di acqua.

Per liquidi chiamiamoli “viscosi”, in caso di temperature estremamente basse potrebbero aumentare la loro viscosità. La prima conseguenza è certamente una riduzione della loro efficacia. Nella peggiore delle ipotesi potrebbero perfino arrivare ad una scomposizione degli elementi chimici che li compongono.
E’ il caso del diesel. Infatti, questo tipo di carburante è composto da alcune paraffine che congelando si solidificano e si depositano sul fondo del serbatoio. In questo modo impediscono poi il passaggio del carburante. Questo processo si chiama “paraffinazione“. Spesso però il problema riguarda il filtro.

In entrambi i casi, non passando carburante, è impossibile accendere l’auto.

La soluzione è l’utilizzo preventivo di un antigelo auto per carburanti da utilizzare al momento del rifornimento. Infatti, una volta congelato il carburante aggiungere l’additivo nel serbatoio non servirà più a niente. In alternativa, si può tentare di scaldare il filtro, magari smontandolo, per sciogliere le paraffine. Quest’ultima soluzione raramente funziona, tenendo conto anche le difficoltà di questa operazione.
Mi sembra sottinteso il non utilizzare fiamme dentro al cofano per scaldare il filtro.

Nel caso del liquido per radiatore, l’utilizzo dell’antigelo per auto è ancora più importante.

Se non si utilizza un liquido antigelo radiatore, ma soltanto acqua il conseguente congelamento determinerà la rottura delle condutture o anche di altre parti. Il radiatore non funzionerà più e anche se sarà possibile accendere il motore creerete un danno di rilevante entità senza nemmeno che ve ne accorgiate.
Non fatevi ingannare nemmeno dalle temperature basse perché non saranno sufficienti a raffreddare il motore. Sempre che qualche spia di avaria non impedisca preventivamente l’accensione del motore.
E’ bene sapere che l’antigelo auto per il radiatore non ha solo delle caratteristiche che ne impediscono il congelamento. Infatti, il liquido antigelo radiatore può essere utilizzato tutto l’anno con il vantaggio, nella stagione estiva, di evitare di raggiungere l’ebollizione. Ricordiamoci che l’acqua bolle intorno ai 100°C, una temperatura non così difficile da raggiungere per un motore durante l’estate.

rabbocco antigelo auto

Dove si mette l’antigelo auto?

Come già ampiamente descritto nei paragrafi precedenti, l’antigelo auto può essere messo nella vaschetta del tergicristallo, nel radiatore e nel serbatoio del carburante. Ognuno di questi necessita di un liquido antigelo specifico per ciascun utilizzo.

Non esiste un solto tipo di liquido antigelo che vada bene per tutti e tre gli utilizzi.

Nel caso del carburante, facciamo una distinzione tra benzina e diesel. Quando parliamo di additivo per carburante ci si riferisce in modo specifico al diesel che ha il punto di congelamento appena sotto i 2°C.
Infatti, la benzina ha un punto di congelamento intorno ai -50°C che difficilmente sono raggiungibili in Italia e comunque nei paesi europei. Nel caso si preveda di recarsi in luoghi che possono raggiungere tali temperature, sarà sufficiente utilizzare un additivo antigelo per carburanti.

Non aggiungere benzina nel serbatoio diesel.

Aggiungere un paio di litri di benzina nel serbatoio diesel durante il rifornimento era una pratica molto diffusa in tempi passati. Il motivo era appunto la temperatura di congelamento della benzina molto bassa.
Oggi, con i moderni motori diesel si rischia di fare più danni che altro.

Quando mettere l’antigelo nell’auto?

Può sembrare un’ovvietà, ma l’antigelo auto va utilizzato prima che i liquidi congelino. Una volta congelati resta poco da fare. Se anche si aggiungesse il liquido antigelo nei relativi serbatoi, sarebbe comunque impossibile raggiungere il liquido congelato nelle tubature.
Per evitare di trovarsi nei guai o danneggiare l’auto, è consigliabile provvedere all’utilizzo del liquido antigelo auto prima che giunga la stagione invernale o comunque prima di raggiungere luoghi con temperature a rischio congelamento.

Furgone completamente ghiacciato

Inoltre, come abbiamo visto nei paragrafi precedenti non ci sono controindicazioni ad utilizzare un liquido antigelo anche nella stagione estiva. Anzi, ci possono essere perfino dei vantaggi come ad esempio, evitare l’ebollizione dell’acqua nel radiatore.
Anche per l’acqua del tergicristallo ci sono dei vantaggi. Infatti, il liquido lavavetri antigelo spesso contiene sostanze che evitano la formazione di calcare nella vaschetta che inevitabilmente ostruirà gli ugelli e impedirà la fuoriuscita dell’acqua. Inoltre, contiene anche principi attivi detergenti che migliorano la pulizia del vetro.

Rabbocco e sostituzione: come controllare antigelo auto?

Nel caso del liquido lavavetri antigelo dobbiamo considerare che siamo in presenza di un prodotto di consumo. Più si utilizza la pulizia del vetro, cioè più acqua si spruzza, e più liquido si consuma. E’ opportuno quindi controllare di tanto in tanto il livello nella vaschetta, per evitare di trovarsi senza liquido nel momento del bisogno, e fare un rabbocco di antigelo auto.
Infatti, non tutte le auto dispongono di una spia di livello dell’acqua nel tergicristallo che ci informa quando è il momento di fare un rabbocco.
Il liquido lavavetri antigelo può essere acquistato concentrato o diluito.
Quello concentrato viene venduto in piccole fialette da aggiungere all’acqua direttamente nella vaschetta. Invece, quello diluito viene venduto in taniche da 3 o anche 5 litri e si versa direttamente nella vaschetta così come è.

Nel caso dell’additivo carburante è necessario usare l’antigelo auto ad ogni rifornimento.

Come già spiegato, l’additivo per i carburanti va utilizzato al momento del rifornimento. Solitamente è sufficiente una bomboletta di additivo da 250 ml per 50-60 litri di gasolio, la comune capienza di un serbatoio di una moderna auto diesel.
Una volta consumato il gasolio sarà consumato anche l’additivo. Per questo è opportuno aggiugnere l’additivo ad ogni rifornimento. I comuni additivi per carburante possono essere acquistati presso qualsiasi stazione di rifornimento. Senza considerare che in alcune località montane il carburante è già stato trattato con additivi antigelo direttamente alla pompa senza necessità di acquistarli a parte.

Per quanto riguarda il radiatore auto la situazione è un po’ più delicata.

Il liquido antigelo contenuto nel radiatore non è soggetto a diretto consumo, ma potrebbe perdere col tempo le sue caratteristiche tecniche ed essere meno efficace. E’ un liquido che deve resistere alle temperature elevate del motore e alle temperature rigide dell’ambiente. Inoltre, potrebbe essere contaminato da polvere, impurità e perfino olio nonché sottoposto ad evaporazione.

Anche nel caso del liquido refrigerante del radiatore, l’antigelo auto può essere utilizzato diluito in acqua oppure già pronto all’uso.

Se utilizzato diluito viene versata una quantità di liquido antigelo mescolato con acqua distillata in una percentuale che varia dal 30% al 60%. Quindi la parte di acqua che subirà maggiormente l’evaporazione.
In entrambi i casi è comunque opportuno procedere a controlli periodici del livello di liquido nel radiatore, più o meno frequenti in considerazione anche dell’utilizzo dell’auto.
In ogni caso, il liquido deve essere sostituito ogni 3-5 anni a seconda della qualità del liquido e delle indicazioni riportate nel manuale tecnico dell’auto.

Quanto costa l’antigelo per l’auto?

Per quanto riguarda il prezzo dell’antigelo auto dobbiamo considerare la diversa tipologia di liquido antigelo. Inoltre, con l’avvento di internet e degli e-commerce si possono trovare i prezzi più disparati.
In maniera del tutto generica, per quanto possa essere di riferimento, si può dire che ad esempio, il liquido antigelo per radiatore oscilla da 1,80 €/L a 58,00 €/L.
Considerata l’ampissima offerta presente sul mercato, consiglio di acquistare un prodotto valido e di qualità e soprattutto di seguire le indicazioni riportate sul manuale tecnico dell’auto. Risparmiare qualche euro potrebbe farvene spendere centinaia per riparare eventuali danni.

Come scegliere antigelo auto?

Per rispondere a questa domanda farò riferimento esclusivamente all’antigelo auto per il radiatore. Infatti, la tipologia di liquido lavavetri antigelo è del tutto irrilevante e anche quello più scadente non può certamente recare alcun danno alla vostra auto.
Per quanto riguarda l’additivo carburante, questi sono tutti prodotti sicuri. L’unica raccomandazione è rispettare le proporzioni di quantità di additivo per quantità di carburante e non superarle.
Invece, per la scelta del liquido antigelo radiatore valgono le seguenti regole d’oro:

  • Attenersi sempre alle indicazioni riportate sul manuale tecnico dell’auto;
  • Non mescolare mai diversi tipi di liquido refrigerante;
  • Non rabboccare mai con acqua del rubinetto.

In caso di qualsiasi dubbio il consiglio è di recarsi in un’officina auto e evitare per quanto possibile il fai da te.
In Service Lombardini effettuiamo di routine i controlli del livello nel radiatore e procediamo al rabbocco o alla sostituzione seguendo le indicazioni del produttore dell’auto.

Per qualsiasi domanda sull’antigelo auto, lascia un commento oppure contattaci.

Andrea Lombardini

Andrea Lombardini

Titolare e responsabile officina Service Lombardini

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Chi siamo

Da più di 70 anni ripariamo auto e ci occupiamo della tua sicurezza e tranquillità
Il nostro impegno quotidiano è far sì che la tua auto esca dalla nostra officina migliore di quando è uscita dalla fabbrica.

Ultimo articolo

Bisogno di aiuto?

Contattaci per qualsiasi informazione o qualsiasi domanda, saremo felici di risponderti.